#tbt

I soldi dei Duran Duran

Ho scovato questa intervista ai tre membri capaci di suonare dei Family (o fDeluxe). I tre maschietti, insomma. Come al solito, chi ha avuto la fortuna di conoscere Prince da giovane e/o poi ha collaborato con lui nei primi 7 (!) lavori, può raccontare qualcosa di davvero interessante.

Eric Leed: Prince ci disse “possiamo essere funky e R&B, andiamo a fare un po’ dei soldi dei Duran Duran.”

Paul Peterson: Il primo cugino di mio cognato era il batterista dei Revolution, Bobby Z. Mio cognato m’ha chiamato dicendo: “hai un’audizione come tastierista dei Time!” io ho risposto: “e quando è?”. e lui: “tra due giorni, riporta a casa il tuo culo!”. Il primo giorno Prince non c’era, ma è arrivato il secondo giorno. Ero un po’ spaventato da lui, perché, per iniziare, io ero un novellino. E poi, io arrivavo dalla periferia. Sapevo qualcosa di bebop e Stevie Wonder e cose del genere. La musica nera non mi era completamente estranea, ma il suo tipo di black music era totalmente nuova per me. Prince ha cercato di calmarmi. Ha fatto quella cosa del “wreck a stow”. “Dillo velocemente” mi ha detto. Io ho risposto: “ma cos’è?” Lui: “dillo!”. E così io ho detto: “wreck a stow”, E lui: “Dillo velocemente!” e poi mi ha detto: “dove compri i dischi?”. Ci siamo messi a ridere; aveva rotto il ghiaccio. E’ davvero uno forte. Ha scelto i miei vestiti per il film Purple Rain. Aveva un campionario di vestiti. Avevo optato per il vestito normale gessato e nero. Lui ha scelto il vestito arancione per me. Si può dire che per me c’era tutta una storia da raccontare.

http://www.spinner.com/2011/11/18/fdeluxe-the-family-prince-interview/