blog

Prince e Moby: la strana coppia (facebook)

Da pochi minuti ho terminato la lettura dell’ottimo libro di Martin James su Moby, dal titolo Replay. Tutto, assolutamente tutto su Moby (Arcana musica). A qualcuno potrà saltare all’occhio la scarsa relazione tra un musicista bianco e pelato, con uno nero (o caffèlatte) e pieno di capelli.

Qualcosa in comune i due ce l’hanno.

Prince è (stato) vegano, Moby è vegano.

Prince, quando si riprende il nome Prince nel 1999, intitola un album “Rave Un2 the Joy Fantastic”. E quando si parla di Rave il primo che (mi) viene in mente è Moby.

Ma c’è di più.

James, nel suo libro su Moby, parla del fenomeno Rave, dell’uso di Ecstasy (di Prince e la droga ho già parlato) e di religioni:


molte religioni organizzate hanno cercato di trovare spazio all’interno della cultura rave. In un tentativo di apparire in sintonia con lo spirito di comunione collettiva che si respirava ai rave e lavorando sul bisogno crescente di una tale dimensione, più di una chiesa organizzata provò in tutti i modi di attirare i giovani.

A parte che il reale impegno di Prince arriverà solo dopo la conversione ai Testimoni di Geova e con l’album The Rainbow Children, Prince è sempre stato attento o, per meglio dire, incuriosito da questo aspetto della sua musica. Dalla capacità di riunire sotto un unico tetto migliaia di persone per ascoltarlo.

Da un punto di vista musicale, l’esigenza di Prince e Moby di accentrare la produzione musicale su sè stessi, dimostrando una capacità di concentrazione non comune, li riunisce sotto lo stesso sole.

Infine, Moby quando inizia a lavorare sul suo grande successo che fu Play, fa questa riflessione: “Prima che cominciassi a lavorare su quest’album, pensavo ai dischi che amavo e al ruolo che hanno giocato nella mia vita (…) I miei dischi preferiti sono caldi, dai primi Roxy Music, a Nick Drake, da Protection dei Massive Attack a Purple Rain di Prince o Close dei Joy Division, tutti dischi molto invitanti, per le sonorità, le atmosfere.”

blog

Vinil-mania? Ecco il MPLSound

Qui / chi più, chi meno e chi diviso / siamo tutti collezionisti di Prince. Ci piace scovare dei piccoli gioielli – magari nel buon vecchio vinile che sta tornando prepotentemente tra di noi.

Uno degli appuntamenti imperdibili è sicuramente Vinilmania mostra-mercato dei dischi da collezione, che si tiene puntualmente e periodicamente a Novegro (vicino all’aeroporto di Linate) tre volte all’anno – la prossima edizione è il 14/15 maggio. Una volta era l’unica fonte dove trovare live di Prince, a prezzi stratosferici e con risultanti contrastanti (ogni 5 acquisti, 1 valeva il prezzo del cd).

Oggi, grazie ai canali classici della Rete, è possibili farsi mandare direttamente a casa – e a prezzi ragionevoli – piccole chiccccche.

20032011035 Amazon.it, per esempio, vende il vinile del Mplsound [Edizione: Germania] – l’ottimo album uscito in compagnia del Lotus Flow3r qualche tempo fa – a 19,10 euro.

blog

La MCD diventerà proprietaria di Prince

Dall’estero rimbalzano ancora notizie di guai per Prince.

Io ve le riporto come le ho lette (e capite), anche se Funkenberry dice che non c’è da preoccuparsi.

L’argomento è sempre lo stesso: il concerto di Dublino del 2008.

Nel 2008 doveva tenersi un concerto al Croke Parke di Dublino, ma il concerto venne cancellato qualche giorno prima. L’organizzazione MCD denunciò Prince e le due parti trovarono un accordo nel febbraio del 2010; Prince avrebbe dovuto pagare 2milioni di dollari alla MCD. La prima data di scadenza per il pagamento era marzo 2010, che Prince saltò.

A quel punto la MCD riportò Prince in tribunale e ottenne di rifarsi sulle sue proprietà in Europa.

Ora la MCD ha chiesto al tribunale di Los Angeles di rifarsi anche sul patrimonio americano di Prince. E il tribunale avrebbe dato ragione agli organizzatori, che si aspettano anche 8% di interessi sugli iniziali 2milioni di dollari.

Sono cifre.

MCD minaccia di prendersi la casa di Prince, senza sapere che lui le ha fatte distruggere tutte.

Speriamo che la MCD si rifaccia su Paisley Park e sulla cassaforte piena di musica, faccia diventare una casa museo lo studio e pubblichi TUTTA la musica che giace nei nastri polverosi di Minneapolis.

Nella foto Denis Desmond, il proprietario della MCD che diventerà (se Prince continua così) proprietario di tutto il mondo che amiamo di più.

Se non ci credete leggete qui e qui.

Domande?

blog

Breve riassunto degli ultimi tempi di Prince

Niente di nuovo; dopo i concerti nell’est, Prince si è spostato nell’ovest per un’apparizione. Solito concerto. Tanti successi, pochi brani interessanti. Se volete lo potete ascoltare su soundcloud (dove btw ci sono pure io), via http://purplekisstwo.blogspot.com/.

 2011-02-24 Oakland by PK2

Prince è stato denunciato dallo studio legale che l’aveva difeso nella causa irlandese. Questa volta si è scordato di pagare la parcella. Cose che capitano.

Nel frattempo avrebbe mollato Bria Valente per mettersi con la 26enne ballerina Misty Copeland.

Se non sbaglio lei era già presente nel video Crimson & Clover.

La versione estesa, deluxe e supergiovane di 20Ten non ha ancora guadagnato la strada dei negozi e neppure dei quotidiani.

Altro da dire non ho. Domande?